Lago d'Orta San Giuliano Pettenasco - Dove Dormire | LL&M Collections

Orta San Giulio - Pettenasco

Lago
Europa
Italia
Lago d'Orta
Orta San Giulio

Con i suoi 18 km di lunghezza, il Lago D’Orta nella provincia di Novara è una autentica gemma incastonata nella sua corona verde ai piedi delle Alpi e boschi piemontesi.

Un borgo medievale  con la sua isola incantata e il Sacro Monte, patrimonio dell'UNESCO:  luoghi di charme sulle rive del lago più romantico d'Italia.

"Orta è un paese fatto così: sia che ci nasca, sia che tu ci cresca, sia che tu vi giunga nell'età dei sogni o vi trascorra un'estate nell'età virile o vi soggiorni in autunno in quella più matura pel meritato riposo, ti è sempre fatale." Gabriele Galli (1941). Meta di amanti della natura e della tranquillità Orta è anche la pitoresca destinazione di coppie di sposini che pronunciano il loro sì nella cornice pittoresca di Villa Bossi, pittoresca villa seicentesca sul lago.

Lago d'Orta

Con i suoi 18 km di lunghezza, il Lago D’Orta nella provincia di Novara è una autentica gemma incastonata nella sua corona verde ai piedi delle Alpi e boschi piemontesi, il piccolo cugino tranquillo del maestoso Lago Maggiore. Se nei secoli è stato amato da poeti, pittori, famiglie reali e capitani d’industria, oggi il suo borgo medievale, Orta
San Giulio, affascina il viaggiatore con la sua aura misteriosa, quasi spirituale. Lo splendore
dell’isola con la basilica è dominato da un abbazia benedettina abitata da silenziose monache che benevolmente vigilano sulla Via del Silenzio con le sue scritte che dispensano pensieri profondi ai lettori interessati mentre camminano sulle pietre secolari.

Il paese antico di Orta San Giulio è una perla con le strade ciottolate e I tetti di beole, pietre grige e forti dalle valli di Domodossola,  i fiori che formano cascate di colore nelle finestre sopra le teste dei viandanti. Le strade sono aperte solo a pochi veicoli autorizzati ed i pedoni raggiungono il centro del borgo a piedi attraverso le scalinate di pietra. Quella centrale, chiamata la Motta, con in cima la pittoresca Chiesa dell’Assunta color ocra e crème, porta alla piazza principale con i porticati, negozi e caffè che guardano verso le tranquille acque del lago e l’isola di

Sulla collina che sovrasta I tetti di beole del borgo e dell’isola di San Giulio, il Sacro Monte, patrimonio dell’umanità UNESCO. Incastonato nel pineto ombroso, questo capolavoro rinascimentale di arte e architettura è una forte attrazione per chi cerca una passeggiata rilassante mentre stimola i sensi e medita sulla pittura, la scultura, la storia e l’architettura di questo luogo davvero affascinante.

Le 4 stagioni

Lago D'Orta, gioiello piemontese di natura rigogliosa grazie al suo microclima mite, conosciuto per la splendida flora lacustre: mimosa, camelie, azalee, rododendri, glicine, ortensia, gardenia ed altri fiori che sbocciano e si susseguono dalla primavera all’autunno. E' nella bella stagione che Orta è una meta irrinunciabile, da aprile ad ottobre la varietà di cose da fare è immensa, soprattutto per chi apprezza le attività acquatiche e la barca, senza dimenticare i tanti campi da golf a meno di un ora di distanza.

Per chi ama tuffarsi nelle acque limpide e pulite del lago, ci sono tante attività in cui cimentarsi: canoa, sci nautico, vela, nuoto, windsurf e ...i bagni di sole rilassanti nelle spiagge e piscine attorno al lago.

Anche l'inverno con i suoi cieli tersi offrono possibilità di attività invernali, o anche una serie di romantiche passeggiate in riva al lago. L’inverno alpino infatti ha un carattere tutto suo, le vette innevate riflesse nell'acqua che sembra uno specchio - fantastiche opportunità di fare foto davvero ecezionali - e le giornate soleggiate fanno dell’escursionismo invernale un’ottima alternative allo sci praticabile nella zona del Mottarone, a 45 minuti di auto,con possibilità di esplorare le specialità gastronomiche e culinarie di una zona che storicamente e tradizionalmente ha generato chef, prodotti rinomati e attrezzature utilizzate nelle cucine professionali di tutto il mondo. Anche la Valsesia con lo sci e freeriding sul Monterosa è a solo 90 minuti.

Curiosità

Nella basilica sull'Isola di San Giulio, di fronte al pittoresco paese medievale di Orta, si può trovare un osso attribuito ad un grosso serpente o drago che un tempo dominava l'isola, distruggendo ogni cosa e terrorizzando i pescatori e la gente di Orta. Ma Giulio, un Santo viaggiatore che comandava alle onde, alle tempeste, agli animali feroci e agli uomini, giunse al lago e stese il suo mantello sull'acqua e, salendovi quasi fosse un'imbarcazione si diresse verso l'Isola. Fece sparire il serpente-drago, liberando il popolo da questo Male. 

Sull'isola si trova la Via del Silenzio. Percorsa in un senso dei cartelli ad intervalli sui muri delle belle ville parlano del silenzio, della sua forza e della sua efficacia per trovare l`armonia e la musica interiore.

Ascolta il silenzio
Ascolta l`acqua, il vento, i tuoi passi
Il silenzio è il linguaggio dell`amore
Il silenzio è musica e armonia

Nel senso inverso, parlano della meditazione:

Quando sei consapevole il viaggio è finito
Se arrivi ad essere ciò che sei, sei tutto
Il saggio sbaglia e sorride
Sii semplice, sii te stesso

Queste scritte sono la voce di Madre Anna Maria Canopi, badessa dell'Abbazia benedettina Mater Ecclesiae, inducono ad un senso di silenzio e pace, che già l`ambiente dell`isola, non a caso chiamata l`isola del silenzio, suggerisce al visitatore che arriva in battello.

Gourmet

Il lago d'Orta è la patria dei cuochi e la tradizione della buona cucina è ancora molto sentita. Ogni anno ad Armeno, a pochi kilometri  da Ortasi tiene un raduno dei tanti cuochi emigrati in cerca di fortuna tra i fornelli delle più grandi cucine del mondo. E' un gran raccontare di piatti, banchetti sontuosi, pranzi preparati per 'Ambasciatori,  Ministri o Regnanti. Un sogno ascoltarli, una gioia immaginare i colori e i sapori di quei piatti. Orta gode delle produzioni di qualità di salumi e formaggi dalle vicine valli alpine dell'Ossola e il Mottarone ma una gioia per il palato è la classica mortadella ortese, sempre fresca nei negozi di Orta che la producono.

Poi, il piatto tipico locale è il tapulon, che in verità, è la specialità gastronomica di Borgomanero, a circa 15 km da Orta. Pare sia stata realizzata da tredici contadinotti di ritorno da un pellegrinaggio votivo all'Isola di San Giulio. Viaggiavano con un carretto trainato da un asino e decisero di stabilirsi a Borgomanero invece di tornare a casa. Per festeggiare l'avvenimento, ammazzarono il somaro e così si cucinò il primo tapulon della storia: le donne tritarono la carne, aggiungendo il poco vino che era loro rimasto e misero il tutto sul fuoco con un'aggiunta di aglio, lauro, sale e olio. Oggi, cotto a lungo il tapulon è solitamente servito con una fumante polenta gialla e accompagnato dai vini eccellenti della terra delle colline novaresi, ricca produttrice di uva Nebbiolo che fa dei grandi vini pregiati: Boca, Sizzano e Ghemme, vini che possono accompagnare piatti importanti e gustosi quali arrosti e brasati, i funghi porcini prelibati che crescono nei boschi locali,  i salumi e i formaggi novaresi, tra i quali il magnifico Gorgonzola, prodotto vicino a Orta a Boca. 

Shopping

Una vacanza non sarebbe tale se non si porta a casa qualcosa dai mercati o dalle botteghe degli artigiani locali. Orta ha il suo mercato settimanale il mercoledì, tanto colorito e allegro,  che si tiene nella piazza principale proprio di fronte alla Navigazione d'Orta da dove si prendono i battelli per raggiungere l'isola o le altre località del lago. Ad Omegna, sempre nella piazza che si trova lungo lago per andare verso Bagnella, il mercato del giovedì è più grande e movimentato ed è quello principale del lago D'Orta.

Orta San Giulio ha un buon numero di negozi dove si possono acquistare prodotti locali, di erboristeria e di artigianato locale, ma per chi ama il design consigliamo l'outlet dell'Alessi o quello di Roffoni per le pentole in rame ad Omegna o gli outlet del cashmere a Romagnano- Ghemme dove le più grandi griffes mondiali possono essere acquistate con sconti interessanti.

I centri commerciali della zona si trovano a Gravellona Toce, e a Vicolungo (uscita autostradale di Biandate), la soluzione perfetta per l'eventuale giornata di pioggia.

Cultura e folklore

Orta è una destinazione affascinante per chi ama l'arte e la storia. Il Sacro Monte, patrimonio dell'UNESCO dal 2003 insieme agli altri otto Sacri Monti sparsi per il Piemonte e la Lombardia, è un'escursione imperdibile per amanti dell'arte medievale e rinascimentale. Orta vanta il secondo dei Sacri Monti, un parco con magnifici panorami sul lago e venti cappelle che immortalano la vita di San Francesco d'Assisi. Il primo è a Varallo a 45 minuti di strada da Orta.

Secondo un’antica leggenda, l’Isola di San Giulio era infestata da un enorme, feroce serpente e altri mostri e nessuno osava avvicinarsi, finché Giulio, un Santo viaggiatore sfuggito alle persecuzioni contro i Cristiani in Grecia nel IV secolo, stese il suo mantello sull’acqua, vi salì e la raggiunse senza bagnarsi. Sconfitti i mostri, Giulio elesse questo luogo a sua ultima dimora e nel 390 decise di costruirvi una chiesa. Nel IX secolo e poi nell’XI secolo fu eretta un’altra chiesa, che ancora oggi porta il nome del Santo. Nella cripta della Basilica (sempre aperta) sono custoditi i resti terreni del Santo fondatore - e nella Sacristia si trova anche un osso appeso, spesso spacciato per un osso del drago-serpente!

La Basilica è di estrema bellezza e sono da ammirare gli affreschi ma soprattutto il medievale pulpito scolpito in pietra, un esemplare raro e magnificamente conservato.

Il borgo di Orta è di una straordinaria bellezza e non è da perdersi l'Antico Comune in piazza, come il Palazzo Penotti Ubertini dove ogni anno si tengono mostre d'arte di forte interesse per il turista, la Chiesa Maria Assunta, Villa Bossi e i suoi giardini sul lago,  Villa Gemella.

I musei nella zona sono: 

Il Lavoro e i Mestieri
• Museo dell'Arte della Tornitura del Legno - Pettenasco
• Museo Etnografico e dello Strumento Musicale a fiato - Quarna Sotto
• Mulino per granaglie - Quarna sotto
• Museo dell'Ombrello e Parasole - Gignese
• Museo Arti e Industria "Forum" - Omegna
• Museo degli Alberghieri - Armeno
• Museo dello Scalpellino - Boleto di Madonna del Sasso
• Antica pesta per la canapa - Centonara di Madonna del Sasso
• Antico torchio - Germagno

L'Arte e la Storia
• Collezione Calderara di Arte Contemporanea - Vacciago di Ameno
• Raccolta Museale - Ameno
• Laboratorio di Arti Visive - Granerolo di Gravellona Toce
• Itinerari Letterari del Lago d'Orta e Mottarone

L'Uomo e l'Ambiente
• Giardino Alpinia - Alpino di Stresa
• Alpe Selviana - Agrano di Omegna

Per i più piccoli
• Parco della Fantasia - Omegna

Dove dormire

SCOPRI dove dormire in questa destinazione

  • About Us

    Luxury Lakes & Mountains is a unique platform providing the ideal meeting place for a collection of exclusive hotels, villas and chalets reaching out to sophisticated travellers and their advisors, a purpose-made guide to authentic experiences in LLM lake and mountain destinations.
  • LLM Network

    The ultimate travel Network for peerlessly authentic experiences. LLM Newtork is the ultimate tool for both buyers and sellers wishing to fine tune experiential travel for discerning clients. Whether travel advisor, tour operator, corporate entity, event planner, hotel, restaurant, or service provider the ideal solution is to be found with LLM.